Rotary Club di Petilia Policastro presso il Santuario della Santa Spina la visita del Governatore

Rotary Club di Petilia Policastro presso il Santuario della Santa Spina la visita del Governatore

Una scelta singolare quella del Rotary Club di Petilia Policastro per la recente visita del Governatore nell’eleggere quale cornice dei lavori un luogo di preghiera e di meditazione. Messo da parte il lusso e gli affettati convenevoli, il tutto si è svolto infatti nell’aula capitolare del Santuario della Santa Spina il 4 settembre. Qui gli obiettivi da impostare e raggiungere da ogni socio del Club per l’anno rotariano appena iniziato ha avuto più spazio per ogni attenta riflessione. La stessa serata conviviale in assetto piuttosto parco è stata consumata nella sala mensa del cenobio in cui un affresco smunto da secoli di storia rappresenta Dionisio Sacco, che nella corte di Francia ricevette una spina della corona del Nazareno e la donò a questo monastero.
Il Governatore del Rotary Distretto 2100, Giancarlo Spezie, noto oceanografo, docente presso l’ateneo di Napoli Parthenope, ha potuto ivi salutare tutti i soci del Club ed intrattenersi con i numerosi ragazzi del Club Interact e col loro giovanissimo presidente, lo studente Francesco Vona. Presenti tra gli altri il prefetto distrettuale, Renato Colucci, l’assistente del Governatore, Tatjana Gruebler, ed il socio onorario del Club, Totò Amoruso. Piacevole e ricco di contenuti è apparso il discorso del neo presidente eletto Salvatore Vona che sostituisce l’uscente Virginia Angotti. Egli ha fatto il punto su tutto un piano progettuale che il Club si è impegnato a svolgere con una impostazione di obiettivi in cui privilegiati sono gli interessi della stessa comunità di Petilia e del Petilino. Interessante anche la discussione sui problemi di un terzo mondo acceso da continue crisi ed in cui il Rotary International è impegnato in vari progetti oltre che nella lotta alla Polio. Quindi ha presentato la sua quadra: prefetto Stefano Vona, Segretario Renzo Cavarretta, e gli operatori nei vari settori. Il discorso del Governatore che egli ha precisato con modestia trattarsi di semplice discussione tra rotariani, è stato improntato su argomenti in cui l’azione del servire è primaria rispetto ad altri aspetti delle attività progettuali, ma anche a presentare le novità di una associazione, il Rotary, che da semplice e spontanea consociazione ormai riveste un abito più istituzionalizzato. Tra le altre iniziative e progettualità del Rotary Club di Petilia per l’anno in corso, è emersa la volontà comune, incoraggiata dal Governatore, di impegnarsi nel collaborare con le altre associazioni di Petilia nel restauro del tetto del Santuario ospitante.

Giuseppe