5 arresti e decine di perquisizioni

5 arresti e decine di perquisizioni

È stata una settimana intensa quella appena terminata da parte dei Carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro. Diversi sono stati i servizi straordinari di controllo del territorio che hanno interessato, oltre al centro petilino, anche i Comuni di Roccabernarda, Mesoraca e Cotronei.
Centinaia le persone ed i mezzi controllati, decine le pattuglie in divisa ed in abiti borghesi impiegate per prevenire reati contro il patrimonio e contro l’uso di sostanze stupefacenti soprattutto nelle zone frequentate da minori.
A Petilia i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno tratto in arresto I. G. (cl. ’92) per detenzione ai fini di spaccio di ben 300 grammi di marijuana. In particolare l’uomo, già da tempo monitorato dai militari, è stato sottoposto ad accurata perquisizione domiciliare, a seguito della quale, in un garage di pertinenza, sono stati trovati ben occultati i tre etti di sostanza oltre al bilancino ed al materiale per il confezionamento delle dosi.
Sempre a Petilia i militari del Nucleo Operativo hanno tratto in arresto V. G. (cl. ’ 70) e I. O. (cl. ’70) per furto in flagranza: i due, noti ai Carabinieri per i loro precedenti penali, sono stati notati mentre uscivano furtivamente a piedi da un fondo agricolo e salire in macchina. Una volta fermati e sottoposti a perquisizione sono stati trovati in possesso di diverse centinaia di euro e di un orologio, gli oggetti erano stati rubati pochi istanti prima dall’abitazione rurale di un 86enne.
A Mesoraca i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto L. N. (cl. ’68) per furto di energia elettrica: i militari, unitamente al personale specializzato dell’Enel, hanno effettuato un accesso all’interno di un esercizio commerciale dell’uomo rinvenendo un allaccio abusivo che permetteva un bypass del proprio contatore, con allaccio diretto sulla rete dell’Enel. Circa ventimila euro, da una prima stima approssimativa, il valore dell’energia elettrica sottratta alla società erogatrice.
A Santa Severina i militari della Stazione su disposizione del G.I.P del Tribunale dei Minorenni hanno sottoposto un minorenne del posto agli arresti domiciliari presso una comunità di minori, in seguito all’informativa dei Carabinieri che due settimane fa avevano sorpreso in flagranza il giovane mentre scappava dalla casa – sita nella frazione di Altilia -di amici di famiglia, in quel frangente non abitata, da cui aveva sottratto fraudolentemente diverse centinaia di euro.
Inoltre nei Comuni di Roccabernarda e Cotronei sono stati segnalati alla competente Prefettura 5 ragazzi (di cui 2 minori) per uso di sostanze stupefacenti.
Sono state sei invece le denunce in stato di libertà per conducenti di autovetture sorpresi alla guida senza patente perché mai conseguita o con certificati assicurativi palesemente contraffatti.

Giuseppe

Giuseppe