Spacciavano vicino le scuole, i Carabinieri sgominano l’associazione criminale

Spacciavano vicino le scuole, i Carabinieri sgominano l’associazione criminale
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dalle prime ore dell’alba, i Carabinieri di Crotone stanno dando esecuzione, sul territorio calabrese e in altre regioni d’Italia, a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP di Catanzaro, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di alcuni dei 57 indagati, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti con attività di spaccio anche nei pressi di scuole e con il coinvolgimento di minori. A 10 indagati sarà applicata la custodia in carcere, altri 3 saranno sottoposti agli arresti domiciliari, 5 saranno sottoposti all’obbligo di dimora nel comune di residenza e, nei confronti dei restanti indagati, saranno eseguiti 39 decreti di perquisizione domiciliare.
L’indagine, convenzionalmente denominata “Acquamala”, colpisce un’associazione criminale operante nel quartiere di Crotone denominato “Acquabona”.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso della conferenza stampa che il Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Dott. Nicola GRATTERI, terrà alle ore 10:00 odierne presso la sede del Comando Provinciale Carabinieri di Crotone.