Ambiente: denunce a Petilia Policastro e Crotone

Ambiente: denunce a Petilia Policastro e Crotone

Comunicato stampa

Smaltimento illecito di rifiuti zootecnici mediante abbruciamento e abuso edilizio

Crotone (KR) – Venivano smaltiti con il fuoco dei rifiuti costituiti da paglia e letame nelle immediate vicinanze di un allevamento equino, trovati ancora fumanti dal personale forestale della stazione di Crotone prontamente intervenuti avendo notato da lontano una vistosa colonna di fumo provenire dalla località “Poggiopudano” in agro di Crotone.
Avviate le indagini, si individuava il titolare dell’allevamento , G.F. 60enne del luogo, quale responsabile dello smaltimento illecito che veniva, quindi, deferito all’Autorità Giudiziaria.
Si rammenta, che le recenti norme di tutela ambientale prevedono un inasprimento della pena per chi si renda responsabile dello smaltimento illecito di rifiuti mediante combustione degli stessi.
L’altra denuncia è scattata per violazione alla normativa urbanistico-edilizia; a cadere nei controlli della forestale, nei giorni scorsi, una signora di 65 anni G.R. di Petilia Policastro (KR).
Gli uomini del Corpo forestale dello Stato appartenenti al Comando Stazione di Petilia Policastro, a seguito di un’attività diretta a prevenire e reprimere l’attività illecita nel rispetto della normativa edilizia, hanno sequestrato una costruzione abusiva nel centro abitato della frazione Camellino del comune di Petilia Policastro(KR)
Gli agenti hanno accertato la realizzazione di un manufatto delle dimensioni complessive di 50 metri quadri, privo di copertura non ancora ultimato. Dagli accertamenti, le opere sono risultate prive delle autorizzazioni o altro titolo abilitativo rilasciati dagli Enti preposti per come previsto dalla normativa in vigore e, quindi, la proprietaria è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria.

Giuseppe