Terza Giornata del Coraggio Femminile

Terza Giornata del Coraggio Femminile

Si conosce il nome della donna a cui andrà il riconoscimento della terza Giornata del Coraggio Femminile, si tratta di Giusi Nicolini, sindaco di Lampedusa.
La Giornata, istituita dall’ Amministrazione comunale del sindaco Amedeo Nicolazzi, si terrà il prossimo 7 maggio.
A decidere il nome della donna testimonial della giornata è stata la commissione costituita ad hoc e presieduta da Masino Medaglia che da alcune settimane sta lavorando all’organizzazione dell’iniziativa.
La prima edizione della manifestazione è stata dedicata a Lea Garofalo, vittima di mafia, e ha visto presenti nella piazza di Petilia Don Luigi Ciotti e l’allora Ministro Maria Carmela Lanzetta; l’edizione dello scorso anno ha visto premiata la ricercatrice calabrese di fama internazionale Amalia Bruni.
Il prossimo maggio invece Petilia festeggerà la solidarietà attestata all’Isola di Lampedusa che da più anni ospita migliaia di emigranti che con i loro barconi scappano dalla guerra e dalla povertà. Giusi Nicolini, per il suo coraggio ed il suo impegno, ė diventata icona della stessa ospitalità meritando anche la stima della cittadina dell’alto Marchesato crotonese.
Nel corso della giornata, in piazza Marconi, sarà inaugurato il monumento celebrativo dell’iniziativa realizzato dallo scultore Romolo Rizzuti. Con la scultura si vuole ricordare un’altra donna coraggio: Giuseppina Carvelli, da tutti ricordata come “mamma Giuseppina” che il 1 settembre 1947 moriva in località Torre Pagliaro nel vano tentativo di salvare da un incendio Teresa, la figlioletta di appena 7 anni. Alla stessa “Mamma Giuseppina” nelle scorse settimane, su impulso del sindaco Amedeo Nicolazzi, è stato dedicato il centro di prima accoglienza per ragazzi immigrati.

Giuseppe

Giuseppe