Santa Severina: Notte Nazionale del Liceo Classico

Santa Severina: Notte Nazionale del Liceo Classico

Venerdì 12 a Santa Severina si è tenuta la quarta edizione della “Notte nazionale del liceo classico”, evento che vede per la terza volta la partecipazione del Liceo Classico Diodato Borrelli.
Questa iniziativa nasce dalla volontà del prof. Rocco Schembra del Liceo “Gulli e Pennisi” di ribaltare quelli che sono i tòpoi sugli studi classici e sull’antico.
La serata ha avuto inizio alle ore 17:00 presso l’auditorium dell’istituto, dove i ragazzi hanno accolto gli ospiti e hanno sfilato con i costumi teatrali del “Museo del costume” di proprietà del Borrelli.
Successivamente si è tenuto il momento d’apertura vero e proprio in contemporanea con tutti i Licei Classici d’Italia, attraverso il video spot dell’evento e la lettura di un passo dell’Antigone di Sofocle e una lettera che ha commosso tutti, soprattutto chi è giunto all’ultimo anno di questa avventura e non potevano che essere loro, infatti, a presentare l’evento.
Subito dopo i saluti della Dirigente Antonietta Ferrazzo, si sono aperte le porte dei vari seminari organizzati dai ragazzi con l’aiuto degli insegnanti e che si sono tenuti in aula. Quest’anno non è mancato niente dall’“L’informazione nell’era digitale” passando per “Il profumo nel mondo antico, usi, ricette, ingredienti”, “I passi del ritorno”, “L’estetica del male”, “I disastri di guerra nei capricci di Goya e riferimenti ad altre opere nella storia dell’arte”, “Messaggi filosofici: Immanuel Kant, cos’è l’illuminismo, Nietzsche”, “Una giornata con l’imperatore”, “Laboratorio virtuale di scienze”, “Fisica in libertà” e per finire la presentazione del progetto di Alternanza Scuola Lavoro tenutosi presso il laboratorio Spadafora Gioielli.
Più tardi la serata è continuata nell’auditorium dove è avvenuta la premiazione della I edizione del concorso letterario “Una scuola che scrive”.
Gli alunni del Borrelli si sono dilettati in molte performance, unendo musica e poesia con la lettura di alcuni classici, sono stati presentati anche alcuni elaborati dei ragazzi realizzati durante il laboratorio di scrittura in lingua inglese.
Gli studenti hanno deliziato il pubblico con le loro esibizioni a dimostrazione del fatto che il liceo classico non è soltanto studio matto e disperato, ma anche cura ed esaltazione dei talenti individuali.
Alle ore 23:30 si è giunti alla parte conclusiva della serata con la lettura drammatizzata, in contemporanea con le scuole aderenti all’iniziativa, di Omero, Inno a Selene, prima in greco e poi nella traduzione italiana di G. Zanetto.
Questa serata è stata anche un’occasione per gli studenti della scuola media di conoscere e chiarirsi le idee sull’offerta formativa che il Borrelli sa offrire.
Anastasia Pace

Giuseppe

Giuseppe