Petilia ha bisogno di un nuovo parco giochi/anfiteatro???

Petilia ha bisogno di un nuovo parco giochi/anfiteatro???

Nota stampa Legambiente Petilia

Il Circolo Legambiente di Petilia Policastro critica la decisione dell’Amministrazione Comunale di Petilia Policastro di voler realizzare un nuovo “parco giochi e/o anfiteatro”, nella parte iniziale della tangenziale, adiacente a via A. De Gasperi, un’area soggetta, lo scorso mese di giugno da un incendio. L’intervento interessa una delle poche aree verdi della città, ormai seppellita dal cemento, fra l’altro il progetto dovrebbe sorgere a poche centinaia di metri da un parco giochi, in via E. Berlinguer, abbandonato dove i pochi alberi e le strutture attrezzate sono scomparse da molto tempo. È un paese senza verde pubblico, che ha subito lo scempio di una colata di cemento abusiva, a partire dagli anni ’70, che ha ricoperto quasi integralmente il quartiere “Colla”, il cui toponimo era già un bel biglietto da visita quando iniziò l’edificazione, infatti condizioni idrogeologiche, formazioni argillose – gessose la sconsigliavano tanto che ora è frequente l’apertura di nuove voragini. L’area, nel vecchio programma di fabbricazione, dei primi anni ’70, prima che iniziasse l’abusivismo selvaggio, era destinata a verde pubblico. Dopo l’edificazione rimanevano piccole superfici non ricoperte dal cemento, come quella che è interessata, in questi giorni, dagli interventi di scavo, che poteva costituire un “mini” parco urbano, da accudire, conservare. Infine, si assiste per gli sparuti alberi, annualmente soggetti alla periodica capitozzatura, per inciso capitozzare significa “tagliare la testa dal collo”, una forma aberrante di potatura, non solo brutta dal punto di vista estetico, ma è il danno più serio che si possa infliggere ad un albero, che non potrà assolvere alla sua funzione ecologica, né a quella di ombreggiare e poi a lungo andare questo tipo di potatura uccide l’albero! Nei giorni scorsi, su Facebook è iniziata una vivace discussione nella quale è stata chiamata in causa anche Legambiente Petilia. Il Circolo di Petilia non è contro questi interventi a prescindere. Critichiamo la scelta di questa Amministrazione Comunale, come abbiamo fatto per lo stesso tipo di interventi, che riguardano la gestione del verde pubblico e le potature, le precedenti Amministrazioni. Le osservazioni fatte oggi, le abbiamo fatte lo scorso 13 giugno, siamo stati coerenti. Ci saremmo aspettati che l’attuale Amministrazione ci avesse consultato prima di iniziare a intervenire sull’area verde, anche perchè solo pochi giorni prima era stato chiesto il contributo di Legambiente per lo spinoso problema della raccolta differenziata. Il Circolo Legambiente, nel corso della sua lunga storia, di oltre un trentennio, ha spesso criticato l’operato nella gestione del verde pubblico, ma sempre in modo costruttivo, le nostre osservazioni/critiche, sono state sempre accompagnate da azioni di sensibilizzazione/riqualificazione, organizzando ad esempio, ogni anno, eventi come la “Festa dell’Albero” anche se poi visti i risultati un po’ di amarezza resta. Legambiente propone, vista l’esistenza di parchi giochi a Petilia centro spesso abbandonati e degradati, di recuperare al meglio gli esistenti luoghi di gioco senza dovere avere l’esigenza di crearne dei nuovi. Petilia Policastro, 16 aprile 2014

Giuseppe