Ricomincia la serie A: l’obiettivo dei rossoblu è la salvezza

Ricomincia la serie A: l’obiettivo dei rossoblu è la salvezza

Dopo una sessione di mercato estiva abbastanza concreta ma non molto esaltante per i tifosi, il Crotone è ripartito dallo Scida per questa nuova Serie A 2017/18. I pitagorici hanno affrontato in casa un Milan sull’onda dell’entusiasmo, per via del rinnovamento societario e di rosa avvenuto durante l’estate. I rossoneri si sono dimostrati fin troppo superiori sin dai primi minuti, quando Cutrone è stato atterrato in area di rigore da Ceccherini. Subito assegnati il calcio di rigore in favore del Milan e il giallo al numero 7 rossoblu. Il colore del cartellino è però variato in rosso, e il Crotone si è ritrovato in 10 per tutta la partita, quando l’arbitro ha deciso di consultare la VAR (Video Assistance Referee), la moviola in campo, assoluta novità nella massima serie quest’anno. Il Milan ha poi surclassato tecnicamente i pitagorici per il resto del match, ha dilagato e vinto 3-0. Uniche note positive del Crotone, in una partita messasi subito in salita per il cartellino rosso a Ceccherini, il portiere Alex Cordaz, che ha effettuato grandi parate sui tiri degli attaccanti rossoneri, e Ante Budimir, tornato a Crotone dopo un anno di transizione alla Sampdoria, che nonostante l’inferiorità numerica, è riuscito a fare reparto da solo e a ritagliarsi i suoi spazi nell’area di rigore. Senz’altro il Crotone ha molta più esperienza dell’anno scorso, senz’altro, nonostante questo esordio, ha molta più possibilità di salvarsi, ma la strada è ancora lunga e, per la salvezza, lo abbiamo imparato negli anni, serve mantenere i piedi per terra.

Antonio Angotti

Giuseppe

Giuseppe