La candidata Filly Pollinzi va avanti per le Europee con Possibile Crotone

La candidata Filly Pollinzi va avanti per le Europee con Possibile Crotone

Da parte del Comitato Mediterraneo Possibile di Crotone è arrivato una nota stampa relativa alla vicenda delle candidature scomode presenti nella lista di Europa Verde denunciate di recente dall’on. Civati. “Si è susseguita, in questi giorni, una sequela di vicende che hanno portato il nostro Partito in tutta Italia ad una profonda riflessione sull’opportunità e sul senso della partecipazione di Possibile alla competizione Europea.

Nel momento in cui Pippo Civati ha deciso di tirare i remi in barca perché nelle stesse liste in cui lui e gli altri membri di Possibile si sono candidati potrebbero esserci persone riconducibili ad ambienti di estrema destra, ci è sembrato assolutamente inevitabile analizzare fino in fondo il percorso seguito e valutare le ragioni della nostra presenza nella compagine di Europa Verde.

In molti hanno visto come anomala la nostra presenza al fianco di un gruppo politico la cui appartenenza all’area della Sinistra non è sempre inequivocabilmente leggibile. Ebbene questa “anomalia”, che Possibile ha inteso porre in atto, nasce da scelte che vogliono far riflettere proprio chi non ne capisce il senso.

I cambiamenti climatici, che in questi ultimi anni hanno devastato campi e coltivazioni e reso privo di significato l’alternarsi delle stagioni, sono la dimostrazione concreta delle priorità che l’agenda politica dovrebbe assumere. Siamo in larghissimo ritardo sull’adozione di una pur minima legge che possa fermare l’apocalisse ambientale, eppure non si è registrata fino ad ora alcuna presa di coscienza significativa da parte della platea politica tradizionale. Proprio per questo abbiamo deciso di dare al Partito dei Verdi Europei il nostro impegno elettorale, perché il fronte comune per salvare il nostro continente deve passare per politiche ambientali immediate e consapevoli, messe in atto da chi ne ha fatto una ragione di vita.

Allo stesso modo i princìpi che ci spingono a professarci di sinistra ci impongono di rifiutare scelte fatte da altri e che condizionano la nostra attività.

Proprio per questo motivo, il nostro impegno non si ferma ma si rinnova. L’attenzione degli ultimi giorni, anche da parte di chi non ci aveva degnato di minima considerazione, è curiosa e rivelatrice: sembra quasi che gli attori dell’agone politico abbiano bisogno dei nostri movimenti per trovare argomenti nel loro programma. Ebbene, ci sembra corretto portare all’attenzione delle compagini in campo che un progetto come quello di Europa Verde – ambientalista, progressista e femminista -che include tutte le battaglie portate avanti da Possibile, proseguirà. Senza remore e senza paura, difenderemo ed occuperemo uno spazio importantissimo in e per queste elezioni. I valori costituzionali e l’antifascismo sono da sempre impliciti e fuori discussione per noi: i nostri impegni e le battaglie passate lo dimostrano… Abbiate buona memoria!

Rispediamo al mittente le sterili critiche e speculazioni di chi mostra e dimostra maggiori e pesanti contraddizioni (in primis nel nostro territorio). Il problema, come in un loop, sembra essere solo e sempre “Civati” e non gli esponenti di un partito di destra inspiegabilmente inseriti nella lista. Se di un caso politico vogliamo proprio parlare, occupiamoci allora del susseguirsi di comunicati stampa contraddittori tra loro, provenienti dal Coordinamento dei Verdi e dalle candidate “infiltrate”.

Apertissima è la sfida definitiva per un’altra politica ed un’Europa diversa, e noi la porteremo avanti esprimendo il nostro convinto europeismo attraverso le nostre inattaccabili candidature.

Il sistema delle elezioni europee è chiaro: ci sono preferenze da indicare, ed esse rappresenteranno il discrimine tra candidati. Per questo motivo vi invitiamo ad esprimere un voto di coerenza, per le donne, l’equità sociale e di genere, l’integrazione interculturale, l’antifascismo, l’ambiente ed il progresso.

Per questo, invitiamo la candidata Filomena Pollinzi detta Filly a proseguire nella sua campagna elettorale, a continuare nella lotta per contrastare l’emergenza climatica insieme a quella per la salvaguardia dei valori costituzionali. Le contraddizioni di una lista eterogenea non saranno un limite, ma una ulteriore sfida per costruire un risultato coerente con i nostri valori”.

Giuseppe

Giuseppe