Ricordata la Liberazione d’Italia a Petilia

Ricordata la Liberazione d’Italia a Petilia

Ieri nella città di Petilia Policastro al monumento ai Caduti in via Arringa si è celebrato l’anniversario della Liberazione d’Italia.

Dopo l’ascolto solenne dell’Inno d’Italia e dopo la posa di una corona d’alloro al monumento in ricordo dei Caduti ha preso la parola una rappresentante dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.

Il messaggio portato nella città dall’Anpi è stato quello che ha ricordato l’importanza di non dimenticare il significato della Liberazione del 25 aprile e che ha sottolineato come oggi più che mai i valori di libertà e democrazia siano importanti.

Durante la celebrazione molto forte è stato il messaggio portato da padre Salvatore Cimino che ha guidato la preghiera per l’occasione. Il parroco di San Nicola Pontefice ha affermato quanto sia importante ricordare ai giovani la storia e il movimento di liberazione in Italia e quanto sia necessario che gli adulti si facciano portatori di quei valori che hanno caratterizzato il periodo storico che ha visto la liberazione dell’Italia.

In occasione della manifestazione, per la prima volta come vicesindaco della città, ha preso la parola Paola Carvelli che ha ricordato che come ogni anno anche il prossimo maggio sarà regalata la Costituzione italiana a tutti i giovani diciottenni petilini proprio per l’importanza che questa riveste nella crescita culturale e sociale di ognuno.

Giuseppe

Giuseppe