Categorie: Cronaca

Altre 7 ordinanze di custodia cautelare nell’ambito dell’operazione “Tabula Rasa”

In data odierna la Compagnia Carabinieri di Petilia Policastro ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 7 persone, emessa dal GIP distrettuale del Tribunale di Catanzaro nell’ambito dell’indagine denominata “Tabula Rasa”.

Come noto, il 22 maggio 2014 gli stessi militari, in sinergia con il Nucleo Investigativo di Crotone avevano eseguito 19 fermi di indiziati di delitto emessi dalla D.D.A. di Catanzaro per associazione per delinquere di tipo mafioso finalizzata ad estorsioni, rapine, spaccio di droga, illecita concorrenza e danneggiamenti.

Oggi, la conferma dell’intero impianto accusatorio e l’esecuzione delle ulteriori ordinanze restrittive in carcere per:

– Comberiati Salvatore cl.59 (detto “Sabillino” e già detenuto per le indagini dei Carabinieri Impluvium e Filottete ) ;

– Comberiati Salvatore cl.66 ( detto “occhi cupo”, già detenuto) ;

– Scandale Giuseppe (già detenuto per le indagini dei Carabinieri Impluvium e Filottete);

– Pace Domenico (già detenuto per le indagini dei Carabinieri Impluvium e Filottete);

– Pace Giuseppe (già detenuto per le indagini dei Carabinieri Impluvium e Filottete).

Inoltre sono stati posti agli arresti domiciliari Carvelli Luigi ( ex assessore al Comune di Petilia Policastro fino al maggio 2013) e Bruno Domenico (quest’ultimo, già agli arresti domiciliari per altra causa).

Sono state confermate le misure cautelari per Astorino Francesco, Ceraudo Giuseppe, Garofalo Diego, Garofalo Francesco, Lazzaro Emilio, Manfreda Pasquale; disposti obblighi di presentazioni alla P.G. per Astorino Leonello ( tratto in arresto per l’Operazione Tabula Rasa), Ierardi Tommasino ( già ristretto in carcere per l’operazione Impluvium) e Vona Salvatore ( già ristretto agli arresti domiciliari per l’Operazione Filottete).

Il Giudice per le Indagini Preliminari ha, inoltre, dichiarato la propria incompetenza per quanto riguarda la posizione di Astorino Marco, poiché lo stesso risultava minorenne all’epoca dei fatti contestati, rimettendo lo stesso in libertà, come parimenti è stata dallo stesso Giudice ordinata l’immediata liberazione di Astorino Carmelo, Astorino Salvatore, Carvelli Massimo, Garofalo Giuseppe, Manfreda Domenico, Manfreda Vincenzo, Mannolo Giuliano, Teti Vincenzo, Vona Giuseppe. Questi ultimi naturalmente restano indagati per i delitti che gli erano stati inizialmente attribuiti.

Condividi

Articoli recenti

Studenti Unical e del Ciliberto al Campus Antimafia di Scampia

Studenti Unical e del Ciliberto al Campus Antimafia di Scampia

Sono 40 i ragazzi calabresi che parteciperanno in questo fine settimana (27-29 maggio 2022) al…

26 Maggio 2022
Aggregazione tra Comuni: Petilia, Cutro e Mesoraca

Aggregazione tra Comuni: Petilia, Cutro e Mesoraca

I Comuni di Petilia Policastro, Cutro e Mesoraca si sono impegnati formalmente a costituire un'aggregazione.…

26 Maggio 2022
Primo posto per il liceo petilino nel concorso Giovane geologo

Primo posto per il liceo petilino nel concorso Giovane geologo

Il Liceo Scientifico “Raffaele Lombardi Satriani” di Petilia Policastro è risultato il primo classificato ex…

25 Maggio 2022
I ragazzi più meritevoli del Petilino

I ragazzi più meritevoli del Petilino

Nei giorni scorsi presso il Centro congressi Alkmeon si é tenuta la premiazione dei ragazzi…

24 Maggio 2022
Detenzione sostanze stupefacenti: Arrestato a Petilia un 54enne

Detenzione sostanze stupefacenti: Arrestato a Petilia un 54enne

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Petilia Policastro, supportati…

23 Maggio 2022
L’Albero di Falcone al Liceo Scientifico di Petilia Policastro

L’Albero di Falcone al Liceo Scientifico di Petilia Policastro

Il Raggruppamento Carabinieri Biodiversità di Catanzaro nei giorni scorsi ha consegnato alla Dirigente Scolastica, la Prof.…

20 Maggio 2022