Pesca sportiva e giovani generazioni un mix vincente

Pesca sportiva e giovani generazioni un mix vincente

I cugini Ruggiero scoprono una passione ed uno sport con ottimi risultati

Nell’era dei computer, dei tablet e degli smartphone possiamo ancora trovare uno stimolo entusiasmante per un giovane? Si questo è possibile, e a darne dimostrazione, sono un gruppo di giovani della provincia di Crotone e più precisamente di Rocca di Neto che non solo coltivano una passione praticando uno sport che è quello della pesca sportiva, ma ottenendo anche ottimi risultati. Quella che vi vogliamo raccontare è una bella storia che vive e pulsa nella nostra Provincia,dove un gruppo di ragazzi ormai da alcuni anni pratica la pesca sportiva, all’ inizio avvicinandosi e successivamente diventando protagonisti di uno sport che riempe di gioia e sooddisfazione le loro giornate e che raccontano con un entusiasmo davvero unico. Abbiamo intervistato Salvatore Ruggiero uno di questi bravi ragazzi e siamo veramente rimasti impressionati dalla forte passione che nutre per questo sport e ci ha letteralmente coinvolti ed incuriositi nel scoprire un mondo che nell’ era del virtuale ha tanto di umano e concreto. Salvatore come è nata questa passione per la pesca? “Sono sempre stato un appassionato di pesca sin da piccolo , ma con il passare degli anni la curiosità di insidiare prede sempre più grandi mi ha spinto ad appassionarmi sempre di più soprattutto quando ho effettuato le prime catture di pesci importanti come ricciole da ben 30 chilogrammi”. Cosa trasmette alla tua persona questo sport? “La pesca oltre ad essere una grande passione , per me rappresenta un momento di relax in quanto il mare trasmette pace e serenità all’animo di una persona , posso definirla come una terapia”. Come intendi coltivare questa passione per il futuro? “Penso che per il futuro la pesca resterà solo un bellissimo hobby perché lo faccio soprattutto per me stesso e nel rispetto del mare”. Cosa ti senti di dire ai giovani che vogliono avvicinarsi alla pesca e allo stesso tempo come si possono coinvolgere tanti altri giovani? “Molti giovani si avvicinano sempre di più al mondo della pesca sportiva ed io cerco sempre di dare consigli attraverso le mie conoscenze a chi vuole avvicinarsi a questo sport bellissimo per far sì che attraverso il mondo della pesca evitino strade che a volte possono essere anche brutte come quelle che voi giornalisti raccontate nella cronaca quotidiana”. Chiudiamo questa intervista augurando a Salvatore, al cugino Francesco con cui fa coppia fissa ad ogni uscita in barca, ma un pò a tutti quelli che si cimentano in questo come in altri sport, che un modo migliore di trascorrere il proprio tempo libero esiste, che non solo porta benefici e soddisfazioni personali ed arricchisce le proprie conoscenze ma assume una valenza di carattere sociale unica in quanto lo sport da millenni funge da aggregatore sociale, migliora la persona che lo pratica, ma soprattutto perchè inpedisce a questi giovani di finire nelle grinfie del malaffare che è sempre alla ricerca di nuove leve per gestire i propri interessi.

Giuseppe

Giuseppe