LA FAVOLA DEL REAL ROCCABERNARDA!!!!

LA FAVOLA DEL REAL ROCCABERNARDA!!!!

Quella che stiamo per raccontare è una sorta di favola calcistica vissuta da un piccolo paese del profondo Sud, famoso per la musica e le arance. Stiamo parlando di Roccabernarda, una comunità in cui il senso di appartenenza e di condivisione ancora resiste allo incalzante ed impietoso incedere dei tempi moderni. Tutto ha inizio in una tiepida giornata di aprile quando “gli amici di sempre” (Silvestro Pulerà, Salvatore Calzone e Pasquale Bruno) decidono, parlando del più e del meno, di offrire una opportunità di sano svago ed aggregazione ai ragazzi del luogo. Dopo qualche giorno si ritrovano in compagnia di due navigati ragazzi (Salvatore Bonofiglio e Salvatore Poerio) che, sia pure con ruoli diversi, da anni calcano i polverosi campi di calcio calabresi. E’ amore a prima vista tanto ché i due “Salvatore” sposano subito e con grande entusiasmo il progetto loro illustrato. Nasce cosi la F.C.D. REAL ROCCABERNARDA destinata a scrivere, in un breve lasso di tempo, una bella pagina di calcio dilettantistico. L’esordio in campionato è bagnato dalla vittoria sul campo del Carfizzi a cui segue la affermazione casalinga contro il Real Casino. Ma alla terza giornata arriva la prima sonora sconfitta in casa del forte Belvedere Spinello seguita da un pareggio casalingo contro il temibile Calcio Steccato. Il deludente pareggio di Savelli e la amara sconfitta casalinga contro il San Mauro Marchesato fanno suonare un forte campanello di allarme. E’ evidente che la squadra necessita di rinforzi per non perdere ulteriore terreno dal vertice della classifica. Per fortuna, il mercato di riparazione è alle porte e “gli amici di sempre”, bruciando una nutrita ed agguerrita concorrenza, regalano al mister Bonofiglio tre calciatori di categoria superiore: l’attaccante “Giannini”, il centrocampista Marrazzo ed il portiere Pugliese ai quali più tardi si aggiunge il rientrante difensore Facente. Alla settima giornata il Real Roccabernarda pareggia sul difficile campo di Casabona. E’ il 14 dicembre 2014, è l’ultimo pareggio del campionato. In seguito arrivano le vittorie in casa contro Akerentia, Caccurese, Nuova Petilia, Carfizzi, Belvedere Spinello, Gioventù Savelli, Casabona ed in trasferta contro Cirò Marina, Real Casino, Calcio Steccato, San Mauro Marchesato, Akerentia, Caccurese. Il 12 aprile 2015 è il giorno della festa e del tripudio: la squadra biancorossa supera in casa il Cirò Marina conquistando la matematica e meritata promozione in seconda categoria. Il successivo successo esterno contro la Nuova Petilia porta a 15 il numero delle vittorie consecutive mettendo così il sigillo su uno strepitoso e forse irripetibile campionato. Non solo la qualità della squadra e la accortezza del tecnico, ma anche il lavoro, la umiltà, lo spirito di gruppo ed il rispetto delle regole sono state le armi vincenti che hanno permesso ad una società esordiente di vincere, al primo tentativo, il campionato di terza categoria trasformando così una favola in una splendida realtà.
Agli Amici del “Real Roccabernarda” con tanta stima
Antonio Scalise

Giuseppe

Giuseppe