Dopo il salvataggio arriva anche un premio per Salvatore Cavallo

Dopo il salvataggio arriva anche un premio per Salvatore Cavallo

NULL

NULL

Un premio di cui andare davvero molto fieri è quello che ha ricevuto Salvatore Cavallo, il massaggiatore ufficiale della Nuova Petilia Calcio, all’interno della cerimonia della Festa dello sport che si è tenuta il 10 marzo nell’auditorium dell’Istituto “Pertini” di Crotone. Cavallo nel dicembre scorso era risultato per i petilini l’eroe del Natale in quanto grazie ad una sua manovra era riuscito a salvare un giocatore della squadra petilina, Luigi Paolo Ierardi, caduto a terra dopo uno scontro frontale. Era il 22 dicembre quando nell’undicesima giornata del campionato di terza categoria si stava disputando la partita tra Nuova Petilia e Real Casabona, era il trentunesimo minuto quando il giocatore cadde a terra privo di conoscenze. Grazie alla prontezza del fisioterapista Cavallo, che si era reso conto di aver davanti un arresto cardiocircolatorio, il calciatore ha avuta salva la vita. Ora a distanza di qualche mese arriva un premio inaspettato per Cavallo direttamente dalla delegazione provinciale del Coni che all’interno della festa ha consegnato stelle, medaglie e riconoscimenti nazionali. Al massaggiatore della Nuova Petilia Calcio è andato uno dei premi più belli “Per l’azione meritoria compiuta nel corso della gara Nuova Petilia-Real Casabona”. Il massaggiatore molto contento della premiazione ha affermato «A tre mesi di distanza non so ancora come definire l’esperienza in quanto è successo un episodio spiacevole, ma che alla fine si è trasformato in modo positivo con il mio intervento – poi ha continuato – L’esperienza ha segnato tanto non solo me, ma tutta la squadra; ci ha segnato in quanto ad ogni partita siamo un tantino agitati perché sappiamo che potrebbe succedere di tutto, infatti siamo diventati più consapevoli. Siamo rimasti segnati dall’episodio che in fondo ci ha anche unito». Dall’incidente di dicembre, come spiega Cavallo, è stata rinforzata l’aria sanitaria, non solo a livello pratico, ma soprattutto a livello psicologico «ora siamo ancora più pronti ad intervenire». Quando Cavallo parla della giornata della premiazione i suoi occhi si inorgogliscono, ma si riempiono ancora di più di gioia quando pensa al giocatore che sta bene e al quale ha salvato la vita.

Giuseppe