Un’estate che lascia una traccia amara: così commenta il presidente del Circolo Legambiente Scala Coeli

Un’estate che lascia una traccia amara: così commenta il presidente del Circolo Legambiente Scala Coeli

È così che in un comunicato stampa il presidente del Circolo Legambiente di Scala Coeli, Nicola Abruzzese commenta il degrado registrato durante l’estate “L’estate appena conclusa lascia sulle nostre spiagge una traccia amara e triste. Scarsa sensibilità e totale mancanza di rispetto per luoghi bellissimi che hanno accolto i tanti turisti. Sulle nostre spiagge in questi giorni si trova di tutto, non è difficile imbattersi in cumuli di rifiuti, ombrelloni rotti sedie e lettini o quel che ne resta, giocattoli, bottiglie di plastica stoviglie ed altro, segno di un’estate per molti terminata ma per quei pochi vacanzieri di settembre spesso un vero e proprio slalom tra i rifiuti. Non và meglio nei boschi. La meravigliosa Sila meta di molti turisti che possono godere di paesaggi meravigliosi di aria pura e di quel piacevole refrigerio dalla calura estiva non è stata risparmiata. Cumuli di rifiuti ovunque, nelle aree pic nic, lungo le strade, nei boschi. Tra i meravigliosi pini Silani si trova di tutto. Un vero e proprio scempio, ancora oggi persiste la cattiva abitudine di abbandonare i rifiuti ed a pagarne le conseguenze è il nostro territorio. Questo degrado crea problemi all’ambiente, alla biodiversità, al turismo all’economia e soprattutto alla salute di noi tutti. Uno spettacolo triste e desolante per luoghi così belli, patrimonio naturalistico storico di grande valore e bellezza. È fondamentale contrastare l’abbandono dei rifiuti per il quale è indispensabile un impegno corale di tutti che sono chiamati a gestirli correttamente. Ci vuole coraggio!! un’assunzione di responsabilità da parte di tutti: istruzioni classe politica e cittadini. Un’inversione di marcia di tutti gli attori coinvolti che devono attuare nuove politiche nella gestione dei rifiuti che puntino al riciclaggio a politiche di prevenzione e ad una impiantistica moderna ed efficiente. Negli ultimi mesi nel nostro territorio il personale della stazione carabinieri forestale di Rossano ha effettuato una serie di operazioni mirate alla prevenzione e repressione di reati ambientali noi come sempre confidiamo nel lavoro dalle forze dell’ordine e nell’impegno corale di tutti cittadini ed amministratori perché il nostro territorio preservi le sue bellezze naturali ed ai nostri figli possa essere garantita una qualità della vita migliore e più “green”. Il circolo legambiente Nicà fin dalla sua nascita è impegnando in campagne di sensibilizzazione, diverse le nostra segnalazioni alle istituzioni preposte sull’abbandono di rifiuti nel nostro territorio e nel letto del fiume Nicà”.

Giuseppe

Giuseppe