I Campi della Legalità a Petilia

I Campi della Legalità a Petilia

Incontri sulla legalità organizzati da Spi Cgil e Libera

Domani i ragazzi dei “Campi della legalità” provenienti da tutta Italia, che hanno aderito all’iniziativa di Libera Crotone “E!state Liberi”, saranno a Petilia Policastro accompagnati dai soci di Libera e da Spi Cgil che ormai da tempo organizzano questi incontri formativi in diverse realtà per riflettere soprattutto sul riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata.
La prima tappa dei volontari dei campi sarà fatta al monumento dedicato alla testimone di giustizia Lea Garofalo, dopo i ragazzi avranno la possibilità di visitare la frazione Pagliarelle, luogo in cui è nata e cresciuta Lea.
Durante il pomeriggio è previsto un incontro con il sindaco Amedeo Nicolazzi nella biblioteca comunale che, tra l’altro, spiegherà ai ragazzi presenti il significato del monumento situato in località Sant’Anna.
I giovani dei Campi della legalità faranno visita anche a “Pass Società Cooperativa” per confrontarsi con altri giovani che hanno investito risorse e competenze in una terra poco facile e per discutere del modo di fare cooperazione e di quanto questa sia necessaria per una crescita economica, ma soprattutto culturale.
Ultima tappa della visita a Petilia sarà quella nella azienda agricola “Mea terra” di Giacinto Berardi che sarà presentata come modello virtuoso per fare imprenditorialità. Anche qui si discuterà delle difficoltà che si presentano quando si vuole fare imprenditoria al Sud, ma anche di come sia possibile riuscirci.

Giuseppe

Giuseppe