Giornata di legalità al Borrelli

Santa Severina

Sabato 7 Ottobre alle ore 16:00, presso l’Auditorium del Liceo Classico “D. Borrelli” di Santa Severina, si è tenuto un convegno riguardante la legalità e i suoi molteplici aspetti. Nel dibattito sono intervenuti il Dott. Renato Cortese, Questore di Palermo, S. E. il Prefetto di Crotone Dott.ssa Cosima Di Stani e la Dott.ssa Rosanna Barbieri, Dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale di Crotone. Grande è stata anche la partecipazione dei sindaci dei vari paesi della Provincia, delle forze dell’ordine e del mondo scuola.
L’incontro ha avuto inizio con un video-copertina ideato dalla classe II A del Liceo Classico. Dopo i saluti del Dirigente Scolastico dell’I.O. Borrelli Antonietta Ferrazzo e del sindaco di Santa Severina il dott. Salvatore Lucio Giordano, il dibattito è entrato nel vivo con l’intervento del Questore di Palermo Dott. Renato Cortese che ha sottolineato quanto sia importante che le istituzioni incontrino la scuola “La mafia non può essere annientata solo con un’attività di repressione, poiché ha una base culturale solida ed è dunque di necessaria importanza parlare di mafia e legalità ai giovani che diventeranno la classe dirigente del domani, lavorare contro le mafie significa recuperare spazi di democrazia e libertà”.
La parola passa poi a S. E. il Prefetto di Crotone Dott.ssa Cosima Di Stani “La legalità -dice- ci obbliga ad essere cittadini responsabili e a pretendere che le figure politiche siano oneste, coraggiose e leali.”
La chiusura del dibattito è affidata alla Dott.ssa Rosanna Barbieri, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale.
La parola passa quindi agli studenti del Borrelli che si confrontano con gli ospiti attraverso riflessioni e domande sui temi della cultura e della cittadinanza attiva e sul ruolo della scuola nell’educazione alla legalità.

Maria Grazia Timpano


Articoli correlati